Buono e voucher a persone in condizione di disabilità gravissima

Per le persone con gravissima disabilità la Regione ha definito un Buono mensile
di € 1000 e due diverse tipologie di voucher (delibera n. 5940
del 5 dicembre 2016).

buono mensile di € 1.000: erogato senza limite di reddito e finalizzato a compensare le prestazioni sociali assicurate dal caregiver familiare e/o da assistente familiare impiegato con regolare contratto;

  • voucher socio sanitario mensile erogato per il miglioramento della qualità di vita loro e delle loro famiglie;
    • per i minori per la realizzazione di progetti, al miglioramento della qualità della vita degli stessi e delle loro famiglie, in via orientativa e non esclusiva:

 

I progetti devono essere realizzati da gestori di servizi sociosanitari o sociali accreditati che aderiscono allo strumento e sono in possesso delle figure professionali necessarie.

Beneficiari:

  • Persone al domicilio in condizione di disabilità gravissima:
    • beneficiarie dell’indennità di accompagnamento, di cui alla legge n. 18/1980
    • oppure
    • ​definite non autosufficienti ai sensi dell’allegato 3 del DPCM n. 159/2013 (invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento o ciechi assoluti, per le altre categorie consultare l'allegato 3)
  • Di qualsiasi età
  • Per le quali sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:
    • a) persone in condizione di coma, Stato Vegetativo (SV) oppure di Stato di Minima Coscienza (SMC) e con punteggio nella scala Glasgow Coma Scale (GCS) inferiore o uguale a 10;
    • b) persone dipendenti da ventilazione meccanica assistita o non invasiva continuativa (24/7);
    • c) persone con grave o gravissimo stato di demenza con un punteggio sulla scala Clinical Dementia Rating Scale (CDRS) inferiore o uguale a 4;
    • d) persone con lesioni spinali fra C0/C5, di qualsiasi natura, con livello della lesione, identificata dal livello sulla scala ASIA Impairment Scale (AIS) di grado A o B. Nel caso di lesioni con esiti asimmetrici ambedue le lateralità devono essere valutate con lesione di grado A o B;
    • e) persone con gravissima compromissione motoria da patologia neurologica o muscolare con bilancio muscolare complessivo inferiore o uguale a 1 ai 4 arti alla scala Medical Research Council (MRC), o con punteggio alla Expanded Disability Status Scale (EDSS) inferiore o uguale a 9, o in stadio 5 di Hoehn e Yahr mod;
    • f) persone con deprivazione sensoriale complessa intesa come compresenza di minorazione visiva totale o con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione o con residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento e ipoacusia, a prescindere dall’epoca di insorgenza, pari o superiore a 90 decibel HTL di media fra le frequenze 500, 1000, 2000 hertz nell’orecchio migliore;
    • g) persone con gravissima disabilità comportamentale dello spettro autistico ascritta al livello 3 della classificazione del DSM-5;
    • h) persone con diagnosi di Ritardo Mentale Grave o Profondo secondo classificazione DSM-5, con QI inferiore o uguale a 34 e con punteggio sulla scala Level of Activity in Profound/Severe Mental Retardation (LAPMER) inferiore o uguale 8;
    • i) ogni altra persona in condizione di dipendenza vitale che necessiti di assistenza continuativa e monitoraggio nelle 24 ore, sette giorni su sette, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psicofisiche.

La valutazione è a cura dello Specialista di Struttura pubblica o privata accreditata, a contratto con la ATS per l’erogazione di prestazioni di ricovero e cura, specialistica ambulatoriale, psichiatria e neuropsichiatria infantile, il quale rilascia certificazione indicando il tipo di condizione.

Le équipe pluriprofessionali delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST) provvedono alla eventuale rivalutazione.

Ulteriori dettagli sono presenti sulle delibere regionali allegate.

Per le persone ammesse alla misura B1 il valore ISEE ordinario verrà utilizzato solo quale criterio ordinativo della graduatoria

La domanda va presentata alla propria Azienda di Tutela della Salute - ATS (ex ASL).

Allegati:
Scarica questo file (DGR 5940 DEL 5.12.16.pdf)DGR 5940 DEL 5.12.16.pdf[ ]1372 kB

Tessera2017P

Tessera 2017:  € 47.80

giornalino
51000bianco
banner
truffebianco
LFA
lomb1 anmic2 3 4
5 6 7 8
9 10 11 12