Interventi a favore delle persone con disabilità grave

Regione Lombardia sostiene le famiglie fragili con contributi e interventi destinati alla cura di anziani non autosufficienti, persone con disabilità:

 

  • buono sociale mensile finalizzato a compensare le prestazioni di assistenza assicurate dal caregiver familiare (autosoddisfacimento) fino ad un importo massimo di € 800 e/o le prestazioni di assistente familiare impiegato con regolare contratto, prevedendo in questo caso un importo compreso tra € 400 e € 800.
  • buono sociale mensile fino ad un massimo di € 800 per sostenere progetti di vita indipendente di persone con disabilità fisico-motoria grave o gravissima, con capacità di esprimere la propria volontà, di età compresa tra i 18 e i 64 anni, che intendono realizzare il proprio progetto senza il supporto del caregiver familiare, ma con l’ausilio di un assistente personale, autonomamente scelto e con regolare contratto;
  • contributi sociali per periodi di sollievo della famiglia, trascorsi dalla persona fragile presso unità d’offerta residenziali sociosanitarie o sociali;
  • voucher sociali per l’acquisto degli interventi complementari e/o integrativi al sostegno della domiciliarità: pasti, lavanderia, stireria, trasporto. Il trasporto da sostenere è quello di persone che, in assenza di bisogno di assistenza sanitaria specifica durante il trasferimento, necessitano di accompagnamento protetto presso Strutture sanitarie e sociosanitarie oppure da e verso altri luoghi (es. da e per il domicilio e/o strutture di riabilitazione) su richiesta della persona;
  • voucher sociali per sostenere la vita di relazione di minori con disabilità con appositi progetti di natura educativa/socializzante che favoriscano il loro benessere psicofisico (es. pet therapy, attività motoria in acqua, frequenza a centri estivi, ecc). Non sono finanziabili con tale tipologia di Voucher i costi relativi ad attività connesse alla frequenza scolastica ivi compreso pre e post scuola o attività di trasporto;
  • potenziamento degli interventi tutelari domiciliari a persone già in carico al SAD, previa rivalutazione della persona ed indicazione nel Progetto individuale degli interventi aggiuntivi.

Le persone con disabilità gravissima, beneficiarie della Misura B1, possono beneficiare anche del Buono qui previsto a sostegno di progetti per la vita indipendente.

Per le misure sopra riportate è prevista la valutazione dell'ISEE.

Beneficiari sono le persone in possesso di tutti i seguenti requisiti:

  • di qualsiasi età, al domicilio, che evidenziano gravi limitazioni della capacità funzionale che compromettono significativamente la loro autosufficienza e autonomia personale nelle attività della vita quotidiana, di relazione e sociale
  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992
  • con valore ISEE come definito dai regolamenti degli Ambiti territoriali/Comuni. Nel caso di progetti di vita indipendente il valore ISEE deve essere uguale o inferiore a € 20.000.

Per assicurare una presa in carico globale della persona con problematiche sociosanitarie e per evitare sovrapposizioni di interventi, la valutazione è di carattere multidimensionale. Essa è effettuata in maniera integrata tra ASST e Comuni sulla base di appositi protocolli operativi in cui è specificato l’apporto professionale da parte dell’ASST per la componente sociosanitaria che affiancherà quella sociale dei Comuni.

La domanda va presentata al proprio Comune/Ambito Territoriale.

Allegati:
Scarica questo file (DGR 5940 B2.pdf)DGR 5940 B2.pdf[Allegato B]337 kB
Scarica questo file (DGR 5940 DEL 5.12.16.pdf)DGR 5940 DEL 5.12.16.pdf[INTERVENTI A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA ]1372 kB

Tessera2017P

Tessera 2017:  € 47.80

giornalino
51000bianco
banner
truffebianco
LFA
lomb1 anmic2 3 4
5 6 7 8
9 10 11 12